Contributi ristrutturazioni

agevolazioni e contributi per le ristrutturazioni 2018

Contributi e agevolazioni per ristrutturazioni

Il Governo ogni anno con l’emanazione di un’apposita Legge di Stabilità, dispone dei fondi riservati alle ristrutturazioni, di cui possono usufruire, dietro previa richiesta, sia i proprietari che inquilini di appartamenti, si tratta di contributi ed agevolazioni, che vengono erogate sulla base della preesistenza di una serie di requisiti.
Ristrutturare casa o parti dell’edificio in cui si vive, può essere conveniente, ci sono una serie di lavori che permettono di ottenere la possibilità di detrazioni fiscali dalla dichiarazione dei redditi.
Negli ultimi anni, la logica da seguire è stata quella di creare edifici ecosostenibili, con impianti elettrici a basso risparmio energetico grazie all’istallazione di pannelli solari e l’utilizzo di materiali da costruzioni a basso impatto ambientale, la linea è stata quella di ridurre l’inquinamento atmosferico, creando strutture o modificando quelle esistenti per renderle conformi alle nuove normative europee in tema di ambiente.
Importanti sono stati, anche, gli incentivi sulla bonifica dall’amianto, vecchi edifici sono stati salvati tramite opere di disistallazione di materiali in amianto, altamente nocivi per la salute dell’uomo.

Cosa sono e come si applicano le agevolazioni sulle ristrutturazioni di case ed edifici

Le agevolazioni fiscali sulle ristrutturazioni riguardano titti i contribuenti soggetti ad Irpef che abbiano effettuato opere di manutenzione o disistallazione di vecchi impianti energetici o materiali considerati nocivi per l’ecosistema nei propri appartamenti o su parti dell’edificio, tali soggetti hanno la possibilità di richiedere di detrarre le spese sotenute ottenutendo uno sgravio fiscale sull’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef).
L’irpef è un tributo diretto personale che lo Stato preleva dal cittadino e che varia seconda del reddito dichiarato da ciascuno, non tutti sono soggetti a tale imposta, la quale si applica solo ai lavoratori dipendenti, autonomi, ai redditi di impresa e fondiari.

Soggetti titolari delle agevolazioni

Le agevolazioni fiscali riguardano non solo i proprietari, ma anche gli inquilini, i titolari di un diritto reale sull’immobile e i familiari come figli, coniugi e ivi compresi i conviventi del soggetto nonchè parenti ed affini rispettivamente fino al terzo grado e secondo.

Contributi ed agevolazioni Legge di Stabilità 2018

La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto la possibilità per il contribuente di accedere ad una serie di contributi ed agevolazioni fiscali riconfermando la linea economica e politica dele precedenti Leggi di Stabilità, sono previsti anche per il 2018, il bonus per le ristrutturazioni, l’ecobonus in materia di impianti elettrici a basso impatto ambientale e il bonus per l’acquisto di elettrodomestici a basso consumo energetico e mobili.

Bonus Ristrutturazione 2018

La Legge di Stabilità 2018 permette ai contribuenti che abbiano effettuato opere di ristrutturazione edilizia durante l’anno, di poter ottenere una detrazione fiscale sull’Irpef pari al 50% su un totale di spesa non eccedente i 96.000 euro.
La domanda di detrazione dovrà essere presentata entro il termine perentorio del 31 dicembre 2018 e il rimborso, qualora accettato, verrà erogata in 10 anni a rate.

La tipologia di lavori subordinati al bonus ristrutturazioni 2018

La detrazione fiscale riguarda gli interventi di manutenzione sostenuti per riqualifcare appartamenti e parti di edificio, naturalmente si deve trattare di opere di riqualificazione atte a recuperare vecchie strutture, al riguardo, per sapere se determinate opere di ristrutturazioni siano subordinate a tali agevolazioni, basterà consultare” l’articolo 16 del TIUR ” (Testo unico delle imposte sui redditi).
Tra le opere, per le quali è ammessa l’agevolazione spiccano, le opere di riqaulificazione energetica, di ristrutturazione per evneti naturali come terremoti, le opere di disistallazione di materiali ad alto contenuto tossico come l’amianto, nonchè gli interventi volti ad agevolare il transito a persone portatrici di handicap, solo per citarne alcuni esempi.

Novità Legge di Stabilità 2018: agevolazioni per le ristrutturazioni case popolari

La legge di Stabilità 2018 ha permesso di estendere le agevolazioni fiscali in materia di ristrutturazioni, anche alle abitazioni popolari e alle cooperative di abitazione, con un unico limite gli interventi di ristrutturazione devono riguardare edifici destinati a residenze pubbliche, nel caso delle case popolari, e destinati ai soci nel caso di coperative di abitazioni.

Come accedere al bonus ristrutturazioni 2018

Al fine di poter accedere alla detrazione Irpef bisognerà indicare nella dichiarazione dei redditi annuali, i dati catastali dell’immobile sottoposto a ristrutturazione, e si dovranno conservare alcuni documenti, fatture relative alle spese sostenute, spese che dovranno essere effettuate con bonfico bancario o postale, affinchè siano regolarmente rintracciabili.
Nel bonifico sarà necessario indicare una serie di dati, come causale “Bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr 917/1986”, il codice fiscale di colui che dovrà godere dell’agevolazione e il codice fiscale o partita iva della ditta a cui è destinato il pagamento per i lavori, dovranno essere indicati anche i dati dell’amministratore di condominio o del responsabile legale pro tempore, se si tratta di lavori relativi a parti comuni di edificio.
Infine, va precisato che l’agevolazione riguarderà sia i soggetti che abbiano interamente i lavori, sia coloro che abbiano effettuato i lavori con finanziamento.


LASCIA UN COMMENTO